porto

“Non ho bisogno che sia facile, ho bisogno che ne valga la pena…”.

Tell a Friend
Chiedo ad ognuno di Voi, se possibile,  di compiere un piccolo sforzo affinchè confluisca in un grande aiuto a me e la mia famiglia. La massa notevole di processi che mi sono stati mossi contro per aver detto scomode verità, costituisce un impegno finanziario per noi insormontabile.
Grazie di cuore. Marco

DONAZION RICEVUTE


ninin

.....
trucoli
banner_pic_casadellalegalita.png
rivierapress
notav

logo-paolo-franceschetti

imperiaparla.jpg

trucioli.jpg

 trenette.jpg
alberto.jpg
ilsecolo.jpg
 
ilfattao.jpg

PUNTO
RIVIERA24
sanremonews2.jpg

uomini.jpg
nuovacosenza

ilmattino

logo-ponenteoggi

democrazia
democrazia2


roberto

zemia


marco1.jpg
I nostri sindaci, ciliegine su di una torta di merda
6 febbraio 2017 dal nostro inviato da Imperia, sesta provincia della Calabria

Riva Ligure. Dopo l'incendio di questa mattina ai danni della farmacia Nuvoloni, il sindaco Giorgio Giuffra, rompe il silenzio e decide di esprime tutta la sua vicinanza al suo incendio-farmacia-nuvoloni-riva-ligure-riviera24vice Franco Nuvoloni e alla sua famiglia.
"Ennesimo attentato intimidatorio che desta forte preoccupazione e che lascia, anche per la dinamica che lo ha caratterizzato, davvero sconcertati. Esprimo vicinanza e solidarietà al mio vice Franco Nuvoloni, alla sua famiglia ed alle sue maestranze.
giuffra-microfonoEvidentemente, non vi sono più parole per esprimere lo sdegno e la condanna di fronte al ripetersi periodico di questi episodi disdicevoli e vergognosi. Confido nella bontà del nostro tessuto sociale, che scongiurerà sicuramente il ripetersi di simili atti vili e criminali, isolandone gli autori e fornendo tutto il supporto dell'evenienza alle Forze dell'Ordine, alle quali rivolgo un forte incoraggiamento a compiere ogni sforzo per individuare i responsabili e per assicurarli alla giustizia".
(testo e foto Riviera24.it)

Caro Giuffra, nel recente passato non sono bastati 350 incendi dolosi in diciotto mesi, nella nostra provincia , esclusi quelli boschivi, per scuotere le coscienze dei nostri amministratori pubblici, Lei compreso.
Al contrario, di fronte alle straordinarie inchieste dei Carabinieri e della DIA, alla coraggiosa reazione della signora Donatella Albano oggi senatrice PD e membro della Commissione Parlamentare Antimafia,  ad un gruppo di cittadini che hanno  denunciato i soprusi subiti, esponendosi, sono scattate le difese immunitarie dell'intera categoria Vostra.
Il negazionismo, l'omertà, la derisione, l'isolamento fino all'esclusione, la diffamazione attraverso la diffusione di notizie assolutamente false, le persecuzione attraverso una serie di denunce più o meno poggianti su fatti concreti.
Escluse pochissime eccezioni, vi siete limitati alle dichiarazioni di intenti, alle pagliaccesche sfilate di Libera con gli indagati per mafia in prima fila, alle intitolazioni di spazi pubblici a martiri autentici dell'antimafia che si sono rivoltati nella tomba dalla rabbia e dal falso ideologico al quale hanno dovuto assistitere impotenti.
Non vi chiedo di fare un cambio nel vostro modo di essere ed agire, credo non lo possiate fare.
Siete tutti formattati, allineati.Trasmettte sicurezza  per la vostra scontata prevedibilità. Piccole matrioske che Claudio Scajola vi contiene tutte in grembo, vi sopporta e vi accudisce pur nella vostra mediocrità.
Dica a Franco Nuvoloni ed alla sua famiglia che sono solissimi, che le sue sono parole di circostanza che poggiano sul nulla ed alle quali seguirà il vuoto assoluto. Che se ne guardino bene dal denunciare qualsiasi traccia che possa condurre agli infami dell'ultimo incendio in ordine di tempo.Lo Stato é goffo e compartimentalizzato, per venti che lavorano c'é ne sempre uno che ha le sue buone ragioni per dissipare il patrimonio senza rischiare nulla.E guai a quelli che, pochissimi, son pronti a raccontarne le gesta.
La mafia é operativa, verticista, meritocratica.
Per bravi che possano essere i Carabinieri di Imperia o i pochissimi della DIA, sul territorio troveranno alcuni colleghi, dalle varie insegne, compromessi dai molti anni passati ad imputridire nella stessa sede.
Troppo tempo trascorso, buon giorno e buona sera,  ad incrociare i nostri pregiudicati, tantissimi, trattati dalle istituzioni decisamente meglio dei lavoratori e dei piccoli  imprenditori con la schiena diritta, prede ai quattro venti. Tanti pregiudicati, sempre le stesse facce e gli stessi ammiccamenti.Guardie sottopagate tra  ladri che brulicano e calpestano gli stessi spazi, infettandoli.
Amilcare

A PROPOSITO DI IMPUTRIDIMENTO, leggi .


 
RocketTheme Joomla Templates