porto

“Non ho bisogno che sia facile, ho bisogno che ne valga la pena…”.

Tell a Friend
Chiedo ad ognuno di Voi, se possibile,  di compiere un piccolo sforzo affinchè confluisca in un grande aiuto a me e la mia famiglia. La massa notevole di processi che mi sono stati mossi contro per aver detto scomode verità, costituisce un impegno finanziario per noi insormontabile.
Grazie di cuore. Marco

DONAZION RICEVUTE


ninin

.....
trucoli
banner_pic_casadellalegalita.png
rivierapress
notav

logo-paolo-franceschetti

imperiaparla.jpg

trucioli.jpg

 trenette.jpg
alberto.jpg
ilsecolo.jpg
 
ilfattao.jpg

PUNTO
RIVIERA24
sanremonews2.jpg

uomini.jpg
nuovacosenza

ilmattino

logo-ponenteoggi

democrazia
democrazia2


roberto

zemia


marco1.jpg
Camporosso:ottima notizia!!
2 febbraio 2017

Se l'Amministrazione Gibelli riesce a concludere questo tratto di ciclabile senza l'ennesimo contenzioso con la Ditta Fll Negro compie un autentico miracolo.
Speriamo che sia cosi' e di poter baciare il sindaco, giusto per Pasqua:Resurrezione!!!!!!


da Il Secolo XIX online di qualche giorno fa

La promessa: entro Pasqua inaugurato il tratto di ciclabile sul Nervia

Collegherà la costa con l'entroterra, fino al borgo dei Doria e sarà la prima ciclabile dell'estremo Ponente ad unire mare e monti. La strada ciclopedonale di Camporosso è ciclabile-cantierequasi pronta, nel tratto tra Bigauda e la centrale dell'Enel, che si congiungerà ai due tratti già realizzati a monte (verso Dolceacqua) e a valle (da Bigauda fino quasi all'Aurelia e quindi al mare).
«Sarà pronta entro qualche settimana e vorremmo inaugurarla entro Pasqua, magari anche prima». Il sindaco di Camporosso Davide Gibelli è soddisfatto e ringrazia «soprattutto la Regione che ci ha finanziato per il 75%, mentre il Comune ha partecipato alle spese per il restante 25%». I lavori vengono svolti dalla ditta Negro.

Il nuovo segmento di ciclabile è di oltre due chilometri. «Chiederemo poi i fondi per poter ultimare tutto il percorso - ancora il primo cittadino Gibelli - visto che con questo cantiere si arriverà soltanto fino alla centrale». Ma in ogni caso il collegamento con Dolceacqua è possibile, visto che dalla centrale elettrica fino alla pista già realizzata che porta fino al paese dei Doria è percorribile una strada sterrata (anche se, visto il fondo, probabilmente soltanto con le mountain bike e non anche con le bici da strada, almeno per adesso).

Il percorso, soprattutto nella parte dietro al centro storico, è molto suggestivo. Durante i lavori non soltanto è stata creata, prima della centrale elettrica, la nuova pista: sono anche stati recuperati i muri a ridosso delle varie proprietà private (che hanno ceduto parte dei terreni proprio per la realizzazione della ciclabile) ed è anche stato messo in sicurezza un lungo tratto dell'argine di Ponente del Nervia, che non veniva sistemato da decine e decine di anni. Sotto la ciclabile, scorre un piccolo rio, utilizzato per irrigare le campagne di buona parte di Camporosso.

Nella parte più a valle, nell'ambito dei vari interventi di collegamento tra Ventimiglia e Camporosso, viene realizzata anche la pista che dall'Aurelia si congiunge con l'inizio del primo tratto di ciclabile realizzato: in sede propria (quindi non condivisa con le auto), sarà costruita sulla sponda di Levante del Nervia, e i lavori vengono svolti dalla ditta Olimpio Lanteri.
L'obiettivo è quello di dare vita a un lungo percorso ciclabile, che si inserisca dall'entroterra fino alla costa e si congiunga con la pista che collegherà Bordighera a Ventimiglia. Un'importante attrattiva turistica, ma anche una risorsa importante per la mobilità dei residenti, oltre che per lo sport.


 
RocketTheme Joomla Templates