porto

“Non ho bisogno che sia facile, ho bisogno che ne valga la pena…”.

Tell a Friend
Chiedo ad ognuno di Voi, se possibile,  di compiere un piccolo sforzo affinchè confluisca in un grande aiuto a me e la mia famiglia. La massa notevole di processi che mi sono stati mossi contro per aver detto scomode verità, costituisce un impegno finanziario per noi insormontabile.
Grazie di cuore. Marco

DONAZION RICEVUTE


ninin

.....
trucoli
banner_pic_casadellalegalita.png
rivierapress
notav

logo-paolo-franceschetti

imperiaparla.jpg

trucioli.jpg

 trenette.jpg
alberto.jpg
ilsecolo.jpg
 
ilfattao.jpg

PUNTO
RIVIERA24
sanremonews2.jpg

uomini.jpg
nuovacosenza

ilmattino

logo-ponenteoggi

democrazia
democrazia2


roberto

zemia


marco1.jpg
Dal Mall di pancia al Renzigate?
23 novembre 2016

Succede che il The Mall, il grande complesso commerciale che dovrebbe sorgere in Valle Armea, rischia di naufragare. C'è un terremoto giudiziario in corso a Firenze che starenzi-con-padre facendo tremare l'operazione anche a centinaia di chilometri di distanza, tra Sanremo e Arma di Taggia. E' successo che alla porta della sede della Coam Srl di gdfRignano sull'Arno, in provincia di Firenze, ha bussato la guardia di finanza. Una annotazione delle fiamme gialle ipotizza che siano stati sopravvalutati i crediti dell'impresa dell'ex socio del padre del premier nei confronti della Lucchese Calcio. Approfondimenti, come scrive Il Fatto Quotidiano, sono in corso anche sulle fatture presentate alle banche per ottenere anticipazioni di cassa.
Ad essere finito sotto la lente d'ingrandimento della finanza è Andrea Bacci tanto che ieri in tribunale a Firenze ha tenuto banco l'istanza di fallimento proprio a carico della Coam. A chiedere il fallimento sono i pm fiorentini. La società di costruzioni dell'imprenditore toscano non è una qualunque: da sempre è vicina alla famiglia Renzi. Di Tiziano è stato socio e creditore. Matteo invece, ai tempi della Provincia e del Comune di Firenze, lo ha spesso scelto per guidare le partecipate dei due enti.
Ma i riflessi della Coam in Riviera sono dettati dal fatto che l'azienda è l'impresa costruttrice del grande complesso commerciale sanremese. Ora la matassa potrebbe ingarbugliarsi. Nella giornata di giovedì la seconda commissione del Comune di Sanremo dovrà prendere in esame la pratica The Mall, pratica che il 30 novembre approderà in consiglio comunale.
In città ci si domanda come è possibile far proseguire i lavori nel cantiere dal momento che l'azienda ha qualche problema finanziario. Come se non bastasse alcuni mesi fa i lavori nel cantiere sono stati sospesi per settimane. Anche in quel caso l'origine dello stop era probabilmente dettata dal fatto che vi erano delle difficoltà economiche nel pagamento delle spettanze dovute ai lavoratori e all'indotto locale.
Articolo tratto Riviera24.it
 
RocketTheme Joomla Templates