porto

“Non ho bisogno che sia facile, ho bisogno che ne valga la pena…”.

Tell a Friend
Chiedo ad ognuno di Voi, se possibile,  di compiere un piccolo sforzo affinchè confluisca in un grande aiuto a me e la mia famiglia. La massa notevole di processi che mi sono stati mossi contro per aver detto scomode verità, costituisce un impegno finanziario per noi insormontabile.
Grazie di cuore. Marco

DONAZION RICEVUTE


ninin

.....
trucoli
banner_pic_casadellalegalita.png
rivierapress
notav

logo-paolo-franceschetti

imperiaparla.jpg

trucioli.jpg

 trenette.jpg
alberto.jpg
ilsecolo.jpg
 
ilfattao.jpg

PUNTO
RIVIERA24
sanremonews2.jpg

uomini.jpg
nuovacosenza

ilmattino

logo-ponenteoggi

democrazia
democrazia2


roberto

zemia


marco1.jpg
Amministrazione Scullino:mafia o non mafia?
5 ottobre 2016scullino-pistola
Pronti, apposto, via!!


I rumors correvano nei corridoi e ieri é stato ufficializzato il deposito in Cassazione del ricorso per il processo "La Svolta" che vede alla sbarra quelli che sono stati indicati come i componenti della "Locale", la cupola ndranghetista di Ventimiglia, alcuni "fiancheggiatori e due figure di primo piano della macchina comunale ventimigliese sciolta per presunti condizionamenti mafiosi, l'ex sindaco Geom.Gaetanio (Antonio?) Scullino denominato Tano ed il Dottore Commercialista Marco Prestileo, suo city manager pro tempore.
Come andrà a finire non si sa, é più facile leggere i fondi di caffé che comprendere le origini di certi ribaltamenti giudiziari che riescono a trasformare trafficoni secolari in bendate vergini e vice versa; versa che ho sete.

Leggende metronapolitane
Non é possibile che Scullino abbia già speso 400.000 euro per giungere all'assoluzione in Appello, come avrebbe detto un suo amico tutte chiacchiere e distintivo.

Auguro alla Giustizia di avere un lampo di lucidità ed alla Città di Ventimiglia di riprendersi.
Di sicuro, dopo il periodo commissariale e l'esperienza in corso di giovani leoni del PD, la memoria di Tano sintaco suscita più d'un rimpianto.

Nel cono dell'ombra di Tano per tutti, un uomo che alle sette del mattino percorreva le vie del centro rasato e pulito, insegnando con garbo allo spazzino a scopare ed al panettiere ad infornare, forse c'erano dei mafiosi che sparlavano a inaug-palatano-internamicrofoni accesi millantando o meno chissà cosa, forse.
Forse avevano ed hanno lagami con la Madre Calabria che gira masse di soldi ogni giorno e decide a chi dare i voti della numerosa comunità locale ed in cambio di cosa.Forse.
Forse Scullino e Prestileo il puzzo di fogna* di questa gente che gli girava nei piedi ogni giorno non lo sentivano o forse, empaticamente, pareva loro profumo di gelsomino.
Forse, chi vivrà vedrà.

* Uno di questi nobiluomini, nelle intercettazioni del monumentale e professionale lavoro svolto dai Carabinieri, si diceva disposto a spararmi qualora gli venisse assicurata l'impunità.
Con la capacità corruttiva e ricattatoria, efficace nel piegare uomini delle istituzioni, nel piazzarli addirittura nei posti chiave, assicurare loro l'impunità per un fatto di sangue é più facile di quanto si possa pensare

Nella foto di repertorio l'allora ministro Claudio Scajola all'inaugurazione di una struttura sportiva nella frazione di Roverino il cui muro in fondo si piegherà a causa del proprio peso quarantacinque giorno dopo.

La cronaca:
Una raffica non di mitra ma di vento
 
RocketTheme Joomla Templates