porto

“Non ho bisogno che sia facile, ho bisogno che ne valga la pena…”.

Tell a Friend
Chiedo ad ognuno di Voi, se possibile,  di compiere un piccolo sforzo affinchè confluisca in un grande aiuto a me e la mia famiglia. La massa notevole di processi che mi sono stati mossi contro per aver detto scomode verità, costituisce un impegno finanziario per noi insormontabile.
Grazie di cuore. Marco

DONAZION RICEVUTE


ninin

.....
trucoli
banner_pic_casadellalegalita.png
rivierapress
notav

logo-paolo-franceschetti

imperiaparla.jpg

trucioli.jpg

 trenette.jpg
alberto.jpg
ilsecolo.jpg
 
ilfattao.jpg

PUNTO
RIVIERA24
sanremonews2.jpg

uomini.jpg
nuovacosenza

ilmattino

logo-ponenteoggi

democrazia
democrazia2


roberto

zemia


marco1.jpg
Bordighera: ci ha lasciati il giardiniere di Calvino, è morto ieri sera a 91 anni Libereso Guglielmi
24 settembre 2016
La notizia data da Sanremonews
libereso_salutoÈ morto ieri sera, improvvisamente, Libereso Guglielmi, 91 anni, botanico di fama internazionale, giardiniere, naturalista, scrittore, disegnatore, autore di numerosi articoli e saggi dedicati alla natura ed alle piante. Nato a Bordighera nel 1925 e conosciuto come Libereso, nome scelto dal padre anarchico tolstoiano e studioso di esperanto, che vuol dire "libertà".
A 15 anni, grazie ad una borsa di studio, è stato chiamato dal professor Mario Calvino a lavorare presso la stazione sperimentale di Floricoltura di Sanremo, dove ha conosciuto Italo, di cui è diventato amico e con cui ha vissuto insieme per dieci anni. Dopo aver diretto una grande azienda floricola del sud Italia, si è trasferito in Inghilterra dove è diventato capo giardiniere del giardino botanico Myddleton House e ricercatore dell'Università di Londra. Sposato e con due figli è tornato in Italia dove su incarico del Credito Italiano ha rimesso a nuovo i 40 ettari del Parco di Villa Gernetto a Lesmo. Ha girato moltissimi paesi europei e dell'Asia e dell'Indonesia.
Ha curato diverse pubblicazioni e scritto sulle più importanti riviste italiane e straniere dedicate ai fiori e al giardinaggio. Da pensionato ha continuato a viaggiare e tenere conferenze spiegando il valore delle erbe e trasmettendo il suo amore per le piante accompagnato dalla sua straordinaria conoscenza della botanica e della floricoltura. Negli ultimi dieci anni ha stretto un forte sodalizio con il giornalista e scrittore Claudio Porchia, che ne ha curato le pubblicazioni e lo ha accompagnato nei suoi lunghi viaggi, riscuotendo sempre un grande successo con i suoi formidabili racconti e con le sue ricette vegetariane basate sull'utilizzo di fiori e delle erbe spontanee. E' stato protagonista di diversi racconti di Italo Calvino, d'innumerevoli interviste televisive, radiofoniche e sulla carta stampata, di documentari e di alcuni cortometraggi.
La redazione di Sanremonews si unisce al dolore di tutta la famiglia, della moglie Sheila, dei figli Barry e Tania con i nipoti, ai quali era molto affezionato e alla sorella Omnia. Dopo una vita avventurosa e affascinante, lo vogliamo ricordare con la foto della festa del suo 90 compleanno, sorridente insieme alla sua famiglia, un nonno caro e affettuoso, come lo hanno conosciuto e apprezzato i tantissimi alunni delle scuole, dove lui è andato a insegnare ad amare la natura e a conoscere le erbe.

Nella foto a fianco di alcuni anni fa, Libereso é con me nel terreno che il Comune di Camporosso tanto ha fatto fino a quando mi é stato cautelativamente sequestrato dall'A.G.libereso-marco
Con Libereso avrei voluto dare un'anima a questo parco arboreo che ho appena tracciato ma non é stato possibile.Le carte ci hanno sepolto, per la gioia dei miei ligurissimi vicini.
Eravano assieme a Claudio Porchia, un 'uomo che si é speso moltissimo, negli ultimi anni, per far conoscere Libereso più che ha potuto.Lo ringrazio.
Quel pomeriggio si é concluso da mia sorella Rossella e mio cognato Gianni ad Apricale, ci siamo gustati gli splendidi piatti che sanno preparare.
Riposa in pace Libereso.Tu che in pace hai saputo vivere, nonostante la colata di cemento alla quale hai assistito nella tua Sanremo che ha sepolto, cancellandolo, quel patrimonio botanico che in decenni di lavoro avevi saputo acclimatare.
Ciao
 
RocketTheme Joomla Templates