porto

“Non ho bisogno che sia facile, ho bisogno che ne valga la pena…”.

Tell a Friend
Chiedo ad ognuno di Voi, se possibile,  di compiere un piccolo sforzo affinchè confluisca in un grande aiuto a me e la mia famiglia. La massa notevole di processi che mi sono stati mossi contro per aver detto scomode verità, costituisce un impegno finanziario per noi insormontabile.
Grazie di cuore. Marco

DONAZION RICEVUTE


ninin

.....
trucoli
banner_pic_casadellalegalita.png
rivierapress
notav

logo-paolo-franceschetti

imperiaparla.jpg

trucioli.jpg

 trenette.jpg
alberto.jpg
ilsecolo.jpg
 
ilfattao.jpg

PUNTO
RIVIERA24
sanremonews2.jpg

uomini.jpg
nuovacosenza

ilmattino

logo-ponenteoggi

democrazia
democrazia2


roberto

zemia


marco1.jpg
C'é posta per te:di F.Tenerelli e R.Cali'
3 dicembre 2012
Andate a vedere le straordinarie le foto di Fabrizio Tenerelli pubblicate su Riviera24.it

Lo Stato che persegue la 'ndrangheta parcheggia l'elicottero davanti alla casa dell'ex sindaco Scullino e gli va a perquisire la casa.Gli consegna l'ultima delle corrispondenze che avrebbe voluto ricevere.
Bellissimo!

E' di 15 arresti e 13 indagati il bilancio di una maxi operazione della Dda di Genova, contro la criminalità organizzata e in particolare la 'ndgrangheta. Il blitz è elicotttero_-carabinieri-riviera24scattato, stamani, all'alba con gli arresti del presunto boss della "locale" di Ventimiglia, Giuseppe Marcianò, del figlio e del nipote, entrambi di nome Vincenzo. Perquisite le abitazioni degli ex sindaci: Gaetano Scullino di Ventimiglia (Pdl) e Giovanni Bosio (Pdl), di Bordighera; i due Comuni sciolti per mafia, rispettivamente nel febbraio del 2012 e nel marzo del 2011. Perquisito anche l'ex direttore generale del Comune di Ventimiglia, all'epoca di Scullino sindaco, Marco Prestileo.

Due arresti anche a Reggio Calabria. L'elicottero dei Carabinieri è atterrato, all'alba, nel piazzale del Comune di Ventimiglia. Presente una folta schiera di Carabinieri alcuni dei quali si sono recati a casa delle ex sindaco che abita di fronte al Municipio. L'operazione era finalizzata a ricostruire una serie di presunti intrecci tra la malavita organizzata e la politica.

NUOVI PARTICOLARI

L'indagine è stata battezzata "La Svolta" ed ha visto impegnati oltre 200 carabinieri del Comando Provinciale di Imperia, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Genova, impegnati nel smantellare la "Locale di Ventimiglia". Impiegato anche un elicottero dell'Arma, che è atterrato, prima dell'alba, in piazza del Comune a Ventimiglia. Le misure cautelari sono state emesse nei confronti di capi e gregari dell'organizzazione, per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsione, usura, detenzione di sostanze stupefacenti ed armi. Altri 13 soggetti sono stati indagati in stato di libertà per le medesime fattispecie di reato.

Le indagini sono partite nel marco del 2010 ed hanno permesso di svelare l'operatività dell'organizzazione mafiosa, i rituali di affiliazione, il controllo del territorio, i collegamenti con le cosche calabresi dei Piromalli, Alvaro e Pelle. Sono così emerse le capacità di influenzare le competizioni elettorali a livello locale, i rapporti con la politica e le Istituzioni, gli interessi economici e l'avversione nei confronti di magistrati e forze dell'ordine. L'associazione che conta a vario titolo numerosi affiliati e fiancheggiatori, operante tra Ventimiglia e Sanremo, ha dimostrato le tipiche caratteristiche del consesso 'ndraghetista esistente in Calabria. Maggiori particolari in una conferenza stampa indetta per le 12, presso la sala conferenze della Procura della Repubblica di Genova.

di F. Tenerelli e R. Calì

 
RocketTheme Joomla Templates