porto

“Non ho bisogno che sia facile, ho bisogno che ne valga la pena…”.

Tell a Friend
Chiedo ad ognuno di Voi, se possibile,  di compiere un piccolo sforzo affinchè confluisca in un grande aiuto a me e la mia famiglia. La massa notevole di processi che mi sono stati mossi contro per aver detto scomode verità, costituisce un impegno finanziario per noi insormontabile.
Grazie di cuore. Marco

DONAZION RICEVUTE


ninin

.....
trucoli
banner_pic_casadellalegalita.png
rivierapress
notav

logo-paolo-franceschetti

imperiaparla.jpg

trucioli.jpg

 trenette.jpg
alberto.jpg
ilsecolo.jpg
 
ilfattao.jpg

PUNTO
RIVIERA24
sanremonews2.jpg

uomini.jpg
nuovacosenza

ilmattino

logo-ponenteoggi

democrazia
democrazia2


roberto

zemia


marco1.jpg
Da Nicandro a San-nicandro, é l'Italia che fuma da tutte le parti
14 agosto 2016saldatura
Quando un metalmeccanico rappresentante della FIOM CGIL é stufo d'essere umiliato e scarica la propria rappresentanza politica.

Ecco la lettera di Marco Bazzoni, operaio metalmeccanico di Firenze, all'Onorevole Sannicandro

Molto spesso lo stipendio medio di un metalmeccanico non arriva neanche a 1.000 euro netti, quando va bene (per i lavoratori con un anzianità contributiva maggiore) sfiora i 1400-1500 euro netti al mese.
 
Migranti:Alfano guardati Report, prendi spunto e cambia strategia, anzi, adottane una sana per le prima volta
13 agosto 2016
Un mio post su fb Ventimiglia...Ciatezi
Il mio piano per i migranti.La prossima volta che viene Alfano lo sequestriamo, anzi, lo facciamo sequestrare dalla Polizia di Stato.
Lo leghiamo su di una sedia e gli facciamo vedere la recente puntata di Report che é andato in onda oggi (forse il replica) su RAI TRE.
Poi lo sleghiamo, gli regaliamo un sacchettino di Castagnole DE.CO. e gli rivolgiamo la preghiera di cambiare registro, di provare a passare alla storia per un Ministro che ha fatto molto ed ha fatto bene, per i migranti e per l'Italia.

Le Forze di Polizia sono sfinite e pienamente consapevoli che li hanno messi con dei pentolini a svuotare il mare (ex nostrum).
E' chiaro che costituiscono il sigillo luccicante di una filiera che é mafiosa dal giorno di partenza a quello del rimpatrio dello sfruttato di turno.
La gestione dei centri di "accoglienza & identificazione" non é da ladri di galline ma da ladri di uova, di quelle che ancora hanno d'esser posate nel cesto.
Decine di migliaia di migranti parcheggiati in condizioni miserabili, a volte impegnate in sole quattro ore settimanali di corso d'italiano.Al CARA di Mineo, dopo il caso di Mafia Capitale, nulla é cambiato,solito business, costi enormi e migranti parcheggiati anche per anni.
La Gabanelli ha fatto una puntata chiarissima ed intervistato persone operative che se soltanto potessero avere la mano libera..
Uno di questi il Prefetto di Udine
Se Alfano non é all'altezza di fare gli interessi del Paese faccia un passo indietro, ci si possa liberare da questa filiera malata.
Marco Ballestra
 
Un mattina, mi son svegliato...
I bancari han dovuto firmare finanziamenti che si sapevano persi in partenza.Hanno venduto titoli spazzatura portando alla rovina chi si fidava di loro. Ingannato i clienti ed i soci sullo stato di salute loro e del Drago. Dovevano far finta di far parte di qualcosa di concreto, di serio.
Mentre c'era chi passava coi sacchi di soldi loro facevano la guardia alla penna con la catenella, come la maniglia di un cesso.
Hanno imparato a mentire talmente da perdere il confine con il virtuale.
Una mattina si son svegliati scoprendosi sofferenza da rottamare.Un pikachu che nessuno cercherà più.
10 agosto 2016

 
Sala d'aspetto a Milano: una tendopoli per i migranti
Sarà esposizione universale!
10 agosto 2016

 
Al "vertice" genovese sui migranti,non invitato il sindaco di Ventimiglia
9 agosto 2016

Si é svolto un'incontro sull"emergenza migranti a Genova.
alfano-giardiniEmergenza che deve restare tale, di somma urgenza come i terremotati del Belice ed i rifiuti di Napoli, altrimenti, chi ci mangia?

Siamo d'accordo, gli argomenti sensibili di discutono lontani da queste sceneggiate pubbliche dove il passo più rilevante é il rinfresco.
Poi ognuno gestirà la propria quota di migranti, di vacche nere a perdere, che é riuscito a strappare con appoggi più o meno dicibili.

 leggete da Il Secolo XIX il passaggio che segue:

Come accennato, al vertice genovese hanno partecipato i rappresentanti (comune, polizia, prefetti) dei quattro capoluoghi liguri. Ma non è stato invitato il sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano. Che ieri, a margine della visita del Capo della polizia, Franco Gabrielli (arrivato per incontrare personalmente la famiglia e i colleghi del poliziotto morto in servizio al confine, Davide Turra), non ha trattenuto il suo sconforto: «Questi sopralluoghi non risolvono niente». E a proposito del vertice genovese sull'emergenza migranti: «Forse è più facile discutere di tante cose se non sono presente»

In poche parole, il Sindaco Enrico Ioculano conta in questo grave momento come il due di picche a briscola. Ventimiglia é una città occupata, violentata e derisa.
Solo la morte del povero poliziotto ha destato un certo interesse a livello nazionale, ci si é messi in mostra per dire ognuno la propria, ritagliarsi un momento di gloria e di visibilità che possono sempre servire.
Hanno tirato fuori le corna come chiocciole dopo la pioggia il Presidente delle Regione Liguria Toti, l'Assessore ligure Marco Scajola ed il Comandante della Polizia di Stato Gabrielli.
Prima il puzzo dei negri li aveva tenuti lontani.
Per la visita di Alfano di qualche mese fa alla quale la foto si riferisce, si era ripulita la città dagli sgraditi ospiti e si era preferita una salutare passeggiata ai giardini botanici Hanbury.Una perla, un dono inglese che i nostri politici han provato ad edificare ma la Resistenza salvo'. Alfano ci disse che le emozioni forti eran finite e noi miscredenti ci attaccammo forte ai sedili.
Giungeva l'eco dalle viscere padane nelle quali é rintanata della voce dell'Assessore leghista Sonia Viale, rinnovando la propria contrarietà a dare ospitalità comoda, magari un posto letto sulla Romana a Bordighera, ad un solo migrante.
_Neppure a quelli della Tanzania?_
_Neppure a quelli_  ha ribadito stizzita.
Un salto all'Hotel California, una baraccopoli metallica in un infimo reliquiato del parco ferroviario Roya posto tra la stalla dei bovini e l'impianto di depurazione dove i migranti aspettano la notte per realizzare il sogno diurno: varcare il confine verso la Francia ed il nord europa scordandosi di questa periferia libica.
Due foto di rito con servi dello stato dal volto inquetante e via di ritorno a casa nel lusso romano, a farsi gli affari propri, evitanto possibilmente le buche più dure e gli  avvisi di garanzia.

Ioculano non conti nulla, sei l'ombra di Scullino e se lo dico io che tanto ho fatto per far cadere l'ex sindaco, vuol dire che abbiamo fallito entrambi.
Ci vorrebbe che un uomo, magari Lui, tornasse a governare la città.Tu dai dimissioni al più presto.
Fatti ancora due foto con la Boschi e poi torna al fancazzismo, alle damigelle che scorazzavi con il meglio a prendere aria dal finestrino
Della tua tessera "in sospeso" del PD fanne pure cio' che vuoi, importa davvero a poche persone.
Bevici sopra
 
Gabrielli l'ha sparata grossa!
8 agosto 2016
In Francia dicono che se hai un problema e chiami la polizia non hai più un problema ma due.In Francia, si sa, esagerano.
Guardate la dichiarazione che ha sparato oggi:

Ventimiglia, il Capo della Polizia: "Emergenza migranti ora è sotto controllo"
Una frase memorabile come:
Le banche italiane sono solide,
Agli esodati sarà garantita una pensione,
I morti di Viareggio avranno gustizia
Aldrovandi avrà giustizia e .........
Ma quando iniziamo a prenderli a pomodori?
 
Ventimiglia Parco Roja, morto l’agente coinvolto negli scontri fra polizia e no borders
6 agosto 2016diego-turra
Come avevo previsto purtroppo da tempo, si é arrivati al primo morto di questa scellerata gestione dei migranti a Ventimiglia.Se le cose continueranno di questo passo, purtroppo non sarà l'ultimo.
Il Vescovo Antonio Suetta che negli ultimi mesi assieme ai parroci si era dato molto da fare per accogliere i migranti e stemperare le tensioni, ha ricevuto ieri un pesantissimo avviso di garanzia,  di quelli che in Italia bastano a coprirti di quell'infamia che gli esiti processuali a fatica stempereranno.

Il prefetto di Imperia Tizzano puo' mettersi un vestitino nuovo ed andare in ferie.
Ora qualcuno per lei starà scrivendo le parole di commiato per i parenti dell'agente deceduto per quattro soldi di paga.Si dovrebbe impedire alle cosiddette "autorità" di presenziare ai funerali di queste vittime di Stato che godono della stessa considerazione dei militari morti per i proiettili all'uranio impoverito utilizzati nella ex Jugoslavia.
Leggi l'ARTICOLO di riviera24

Il sovrintendente capo Diego Turra, di Albenga, aveva 50 anni è morto ieri per un infarto durante i tafferugli tra polizia e No border a Ventimiglia. Prestava servizio al Reparto Mobile di Genova.
 
Un'altro motociclista morto in Valle Roya
6 agosto 2016
Stesso posto, ad una settimana dalla morte del ligure/piemontese
L'elenco senza sosta degli imbecilli che lasciano moto e vita nella nostra valle oggi ha conosciuto un'altro soggetto, questa volta francese.
Il corpo sull'asfalto e la materia cerebrale sparsa ovunque,  il mio amico che é andato a recuperare quel che restava della moto é rimasto impressionato.
Avanti il prossimo coglione, spero non prenda un ciclista o un'automobilista che vanno per i fatti loro

 
Insulti dei poliziotti ai migranti sugli scogli
6 agosto 2016funzionario-polizia-psl
A Ventimiglia i poliziotti ed i carabinieri non ne possono più di fare la guardia ai neri che nella maggior parte dei casi non sono per nulla profughi ed in tasca hanno più soldi di noi.
Non saranno due parole di sfogo a turbarli più di tanto.

 
Quel tallone di Achille!
31 luglio 2016
Ventimiglia ai tempi d'oro: presunta 'ndrangheta della quale nessuno aveva la percezione provata, voti, carriere folgoranti e folgorati sulla via di Damasco.
Precisiamo che il Consiglio di Stato ha recentemente sentenziato che il Comune i Ventimiglia non andava sciolto per condizionamenti mafiosi e che dei precedenti amministratori nessuno é stato condannato dopo anni di accanimento terapeutico-giudiziario. Tanto loro fecero nel tentativo di sprovincializzare questa nostra cittadina alla ricerca di un futuro certo, di una identità mitteleuropea e cosi' li "ripaganno".
Il Dottor Maccapani non é stato inquisito e tantomeno processato.Allora, perché sparare a zero?
Le ferie di un magistrato son sacre e se suoni al campanello resti fulminato.E le nostre, brevi, pietose e con mogli che invecchano a vista d'occhio, vogliamo difendere quei pochi giorni trascorsi con i piedi a mollo nella baccinella blu con il sale grosso che te li squama e di fronte ad uno sfondo caraibbico?

Ventimiglia é sempre stata una cittadina tranquilla ed il problemi restano la mancanza di parcheggi ed il traffico.
Sempre ad inseguire la mafia dell'expo dopo.Che dire allora di chi abbandona i cani in autostrada? DIAmoci un taglio, per DIO!

Maccapani-AfricoLa notizia:
Processo "La Svolta", depositate 600 pagine di motivazioni. Il giudice spara a zero su ex segretario Achille Maccapani
Un'ottantina di pagine riguardano l'ex sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino e il suo city manager Marco Prestileo

Leggi l'articolo




Tra mito e fotoromanzo goliardico
Prestileo e Scullino lo crebbero come un figliolo prodigio nel quale la famiglia investe, ma tolto il ciuccio di bocca, piena a strabocco, il talento morse il dito alla nutrice.
Buono nell'anima, fu la voglia di crescere a motivarlo.
Aggio & Graffico

Battute a parte, Dottor Maccapani, chissà  cosa c'era di tanto sensibile nella pratica del costruendo porto ai tempi della presentazione al pubblico.
Lei che tanto ha contribuito con il lavoro degli inquirenti per dissipare le nebbie, potesse un'anonimo farcelo sapere...
Ringrazio e saluto
M.B.











scullino-botte-aggressione-aggredito5_61751















 
Ventimiglia:una città in mutande (rigorosamente firmate Alberino)
29 luglio 2016
Mirko Piccone via fb:
Vi sembra normale che il comune di Ventimiglia non mi rilasci la carta d'identità perché l unico impiegato dell anagrafe non può farla?
Alla mia richiesta di spiegazioni il funzionario dopo essersi rifiutato di parlare con me per oltre mezzora mi dice di andare dal sindaco. Le vostre beghe interne ve le risolvete tra voi io non esco dal comune senza carta di identità e intanto aspetto i carabinieri...
Mirko Piccone In questo momento c'è un infortunato 2 in legge 104 e uno in ferie e il funzionario per protesta non ricorda più come si fa..

ioculano-svegliato
Nella foto a sx il Sindaco di Ventimiglia Svegliato Ioculano che ora ci mette una pezza, un perizona, una foglia di fica.


alberino-sigaretta

(Nella foto a dx Antonio Alberino, creatore di moda che da trent'anni tira le briciole ai suoi compaesani pulcinella di turno)

Marco Ballestra Chiedi al dirigente Roberto Gimiliano, non é possibile

Mirko Piccone Infatti @marcoballestra è un muro di gomma

Simona Parisienne Se lavorassero per dei privati col cavolo che dimenticherebbero per protesta!!

Mirko Piccone Ora sono arrivati i carabinieri vediamo....

Marco Ballestra Tienici aggiornati che poi faccio un post sul sito

Mirko Piccone Sono andati via i carabinieri è spuntato Paganelli (Caporione di Roverino, banda di Gaza, foto a dx n.d.b)francesco-paganelli-80124.660x368

Mirko Piccone Dovrebbe arrivare qualcuno da un ufficio distaccato..

Marco Ballestra Hanno assunto Paganelli nell'ARMA?

Marco Ballestra Chiama Antonio Palamara che te lo fanno subito il documento

Simona Parisienne Pensa, un sabato mattina non mi hanno fatto il cambio residenza perché l'addetto era in ferie, ed alla mia puntualizzazione che non si può sospendere un servizio perché una persona va giustamente in ferie, cosa hanno risposto?  "Quello che lo sostituisce anche lui è in ferie, tutti hanno diritto alle ferie." A quel punto mi sono cadute le braccia, la mascella e le p..e!
Cosa puoi rispondere? Compatisci e ritorni il lunedì, sperando che l'impiegato, fresco di ferie, sia più lucido

Mirko Piccone In questo momento c'è un infortunato 2 in legge 104 e uno in ferie e il funzionario per protesta non ricorda più come si fa..

Del Signore Elisa Scandaloso

Roberto Maini Oh finalmente uno con i coglioni a Ventimiglia....!!!

Desy Bassani Io abito a bevera,da anni hanno cambiato il mio numero civico passando dal 7 al 10....ma in comune risulta che abito ancora al 7 dove adesso corrisponde ad una cabina dell'enel, ogni volta che richiedo un documento nonostante le mie proteste mi mettono sempre il 7!!!!.....mi hanno detto di fare causa . .ma non è assurdi!!!!!

Marco Ballestra  (Simona Parisienne)Chiedi a Peppino Campagna (import/export, nun import, famme contà, Caporione a Bevera-Varase, Alture del Golan n.d.b.) che te lo cambiano

Desy Bassani Il sindaco ha delegato Peppino Campagna (sono un indovino! n.d.b.) 3 mesi fa per risolvere il problema, e non abbiamo avuto nessuna risposta

Marco Ballestra Di quanti voti disponi?

Desy Bassani Per risolvere questi problemi non è questione di voti ma di fare il proprio dovere

Marco Ballestra I voti, ci vogliono i pacchetti di voti da spacchettare alla bisogna.

Marco Ballestra A chi lo dai il voto, meglio se con giunto

Maria Rosa Guglielmi Siiii..... Ma è assurdo dover chiamare qualcuno per rimediare al fancazzismo di impiegati molto spesso anche maleducati.... In questo sono eccellenti...!!!

Piccone Claudio Io non voglio rivangare ma quando dirigeva il comune un certo Tano 6 persone adette alla anagrafe 6 persone presenti

Marco Ballestra Claudio, non posso che darti ragione

Marco Ballestra Desy Bassani si chiama clientelismo ed é la giunzione tra la società civile (si fa per dire) ed i nostri amministratori. Devi chiedere in ginocchio, venderti l'anima e la dignità per avere quello che paghi tre volte e sarebbe un tuo diritto ricevere in automatico.

Marco Ballestra Puoi sempre andare a vivere nella cabina dell'ENEL

Marco Ballestra Chi te l'ha detto di fare causa? Hai propocollato una lettera al sindaco spiegandogli questi fatti?

Desy Bassani Era anche sulla voce intemelia

Mirko Piccone Sono arrivati i distaccati...carte di identità per tutti dopo solo 1 e mezza.

Marco Ballestra La Voce Intemelia non la leggono i calabresi ed i liguri non contano un ca....!

Marco Ballestra Mirko Piccone Ti fanno aspettare in piedi, inginocchiato sui ceci o ti lasciano sedere sull'unica sedia che conquisterai a coltellate?

 
Rocco Chinnici: il giallo di una strage 30 anni dopo
29 luglio 2016chinnici-strage
« Né la generale disattenzione né la pericolosa e diffusa tentazione alla convivenza col fenomeno mafioso - spesso confinante con la collusione - scoraggiarono mai quest'uomo, che aveva, come una volta mi disse, la "religione del lavoro" »
(Paolo Borsellino)


Un libro dei giornalisti Fabio De Pasquale e Eleonora Jannelli ricostruisce l'omicidio del magistrato siciliano e gli "aggiustamenti" dei boss della mafia per essere assolti dal processo

di Stanislao Lauricina - Linksicilia.it - 13 giugno 2013

Sono passati quasi 30 anni dalla strage che Cosa nostra provocò per uccidere Rocco Chinnici, il giudice istruttore di Palermo, padre del pool antimafia. In quell'attentato morirono anche due carabinieri e il portiere dello stabile di via Pipitone Federico. E, a distanza di tanti anni, c'è ancora fumo che avvolge tanti aspetti di quell'attentato.
Cosi-non-si-puo-vivereUno dei tanti gialli che ancora tingono il ricordo di quell'attentato viene fuori dal libro scritto a quattro mani dai giornalisti Fabio De Pasquale e Eleonora Iannelli per la casa editrice Castelvecchi. Si intitola "Così non si può vivere. Rocco Chinnici: la storia mai raccontata del giudice che sfidò gli intoccabili" e ha la prefazione di Pietro Grasso, ex capo della Procura di Palermo e della Direzione nazionale antimafia e, ora, presidente del Senato.
Testimonianze, nuovi documenti e risvolti inediti di quella che è definita "una strage annunciata". Sono gli stessi figli, Caterina, Elvira e Giovanni Chinnici, dopo trent'anni, che ne rivelano i retroscena: "Papà fu lasciato solo, offerto ai suoi carnefici". Nel libro c'è anche il diario del giudice, pubblicato per la prima volta in versione autografa. (a destra, Rocco Chinnici)
Il giallo che emerge dal libro è legato alla scomparsa e alla riapparizione, dopo 15 anni, del fascicolo sull'inchiesta a carico del presidente della Corte d'Assise d'Appello di Messina, Giuseppe Recupero, che aveva emesso, nel 1988, la sentenza del terzo processo d'Appello agli autori della strage. Alcuni pentiti hanno raccontato, a suo tempo, che l'esito del processo, celebrato a Messina nel 1988, dopo due annullamenti della Cassazione, sarebbe stato "aggiustato" da Cosa nostra con il pagamento di 200 milioni di lire. Per arrivare all'assoluzione per insufficienza di prove di Michele e Salvatore Greco, indicati come i mandanti dell'attentato, la mafia avrebbe corrotto il magistrato.
continua a leggere su linksicilia.it

 
Ci mancava il carabiniere ciclista!
27 luglio 2016
Togliere la Maria ai no border é come togliere la bandoliera ai carabinieri, non ti resta che metterti le dita nel naso e passare le ore a frugare.

Un carabiniere ciclista che ha imbroccato un sentiero sbagliato e subito ti ritrovi a fare le righe sul muro.
Ma non erano i bersaglieri?Ma che paese é questo?marijuana-val-nervia-2
Povero Pasquale, per la modica quantità di 120 piante, e pensare che ha un gatto grigio con gli occhi azzurri a carico, che ho trovato un giorno che miagolava nel Nervia.
Il destino li ha uniti, il carabinere ciclista li ha divisi.
Potessi forare ogni volta che inselli!
Doppio Miao

Passiamo ad un argomente più frivolo che sicuramente desta meno interesse rispetto alla coltivazione della cannabis
PERCHE VIENE SUICIDATO UN TENENTE DEI CARABINIERI?

carabiniere-ciclista
 
Da "Il Trota" al "Il Cefalo"
26 luglio 2016salvini-bambola
Ilcefalogramma piatto

Che squallore ragazzi!
 
Dopo l'azione dei No-Bau-Border
25 luglio 2016accalappia
Ritrovato il furgone dell'accalappiacani rubato ad Imperia




 
Un Canile, un Casino, un Casile
Domenica 24 luglio 2016
Abbiamo perso Domenico

casilecani-camporosso2















L'elettorato vi guarda, sta in guardia

Salvini ringrazia Ioculano

La Lega del Cane ringrazia il Sindaco Ioculano

Camporosso:quei cento bastardi di troppo.

Dopo l'azione dei No-bau-border: ritrovato furgone dell'accalappiacani rubato ad Imperia

Sulla spiaggia delle Calandre, avvicinate le estremità nervose del Sindaco Ioculano, non si son colti segni di vita.
sombrero_mexicano-doppio
 
La responsabile della videosorveglianza di Nizza accusa il Ministero degli Interni di pressioni (nel tentativo presunto di fargli falsificare le prove n.d.b.)
24 luglio 2016
Elle était devant les écrans de vidéosurveillance de Nice le soir du 14 juillet. Sandra Bertin, chef du Centre de supervision urbain (CSU), raconte dans une interview au JDD comment elle a vu le sandra-bertin-logocamion foncer sur la foule. Comment, après le signalement des policiers municipaux, elle demande son interception.
Au lendemain de l'attentat, elle doit faire-un compte-rendu précis au ministère de l'Intérieur, signalant la présence de la police municipale, des barrières, "et de bien préciser que l'on voyait aussi la police nationale sur deux points dans le dispositif de sécurité." Elle est mise en ligne, par le biais d'un représentant de la place Beauvau dépéché sur place, avec "une personne pressée".

Problème. La policière ne l'a pas vue sur ses enregistrements. "La police nationale était peut-être là, mais elle ne m'est pas apparue sur les vidéos."
Sandra Bertin répond qu'elle n'écrira que ce qu'elle a vu. La personne avec qui elle est en ligne place Bauveau lui demande alors d'envoyer "une version modifiable du rapport, pour "ne pas tout retaper"." La policière dénonce des pressions.
"J'ai été harcelée pendant une heure, on m'a ordonné de taper des positions spécifiques de la police nationale que je n'ai pas vues à l'écran. A tel point que j'ai dû physiquement renvoyer du CSU l'émissaire du ministère! J'ai finalement envoyé par email une version PDF non modifiable et une autre modifiable."
Une polémique a éclaté il y a quelques jours, après qu'une réquisition judiciaire urgente a demandé à la ville de Nice d'effacer l'intégralité des enregistrements vidéos du soir de l'attentat une fois extraits. La raison invoquée était d'éviter "la diffusion non contrôlée et non maîtrisée de ces images".

Vai all'articolo del Nice Matin

 
Solo in Sicilia bruciano i tubi dell'acqua!
24 luglio 2016
Bastava un palmo di terra sopra i tubi affinché non bruciassero ma gli scienziati che hanno progettato l'opera non ci hanno pensato.condotta-messina
Bastava tenere pulito il terreno attorno ma nessuno ci ha pensato.
Il meglio dei cervelli di Messina é in giro per l'Italia a riscuotere stipendi  massimi con lo sforzo minimo.

Solo in Sicilia bruciano i tubi dell'acqua!
Queste le parole di Sconsolato Crocetta di fronte alla sua bellissima isola che pare affogare in un mare di merda.Quella merda liquida del peggio del meridionalismo che pare lordare ogni cosa che sfiora, le Istituzioni per prime.
Bruciati i tubi che avevano dato acqua agli assetati, ora é di nuovo emergenza e compreremo altri tubi di plastica a peso d'oro.L'acqua si mangia.
Emergenza frane, emergenza incendi,emergenza migranti, emergenza sanità, emergenza abitativa, emergenza occupazione, emergenza criminalità, emergenza ponti che crollano ecc
Se la Mafia non fosse al governo si porrebbe termine a questa insostenibile emergenza delle emergenze. Il meridione non é un cancro ma una risorsa, i meridionali non sono i nostri arabi. Scrivetelo nel soggiorno obbligato di Casa Vostra

Solo in Sicilia bruciano i tubi dell'acqua!
Mattarella manifesterà tutto il suo disappunto.
La Procura di Messina aprirà un fascicolo.
Si costituirà una Commissione Parlamentare d'Inchiesta.
Io lancero' una messaggio in bottiglia nella cloaca massima.
Luce sarà fatta!
Luce va bene ma, minchia,e l'acqua?
T.Z. (Turi Zulfarieddu)

L'ARTICOLO su  blog Sicilia
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 111
RocketTheme Joomla Templates